Alessio Del Vecchio Roma su PMI italiane

La PMI è una piccola o media azienda le cui dimensioni rientrano entro certi limiti occupazionali e finanziari prefissati. Ce ne parla Alessio Del Vecchio, imprenditore e blogger molto attivo nei servizi alle imprese a Roma. Le PMI numericamente parlando rappresentano il 92% delle aziende attive in Italia, anche se sono ancora poco digitalizzate. Secondo uno studio condotto qualche tempo fa queste aziende nel 2017 hanno raccolto un fatturato complessivo di 2000 miliardi di euro. Queste, continua Alessio Del Vecchio, forniscono inoltre lavoro ad un gran numero di persone, all’incirca l’82% dei lavoratori della penisola italiana. Sono questi i principali motivi per cui le PMI sono molto importanti all’interno del tessuto socioeconomico italiano. 

Come già anticipato però sono poco digitalizzate, e al giorno d’oggi, con l’importanza che ha la tecnologia nella vita di tutti i giorni, ciò non è tollerabile. Sono infatti solo il 14% circa ad aver raggiunto un discreto livello di digitalizzazione, cosa che fa perdere molti punti alle PMI, poiché uno sviluppo digitale può favorire anche e soprattutto un ingresso nel mercato internazionale, sicuramente più redditizio del solo mercato nazionale. 

Vediamo adesso alcune novità per quanto riguarda il campo delle PMI:

Qonto e LexDo.it hanno stretto un accordo per offrire un pacchetto completo per facilitare la nascita delle PMI. Questo comprende tutto il necessario per la costituzione di una S.r.l o di una startup innovativa in sole 72 ore. Inoltre garantisce anche il supporto legale per un anno intero online per risolvere qualsiasi esigenza della nuova società ed infine concede l’apertura di un conto corrente aziendale tramite Quonto, che per i primi 3 mesi non prevede alcuna spesa di gestione. Quonto è una banca online, LexDo.it è invece un servizio legale online – abbiamo chiesto informazioni anche alla blogger Gabiria Cetorelli per saperne di più.
“Siamo estremamente sensibili alle problematiche legate alla burocrazia, che portano le imprese a perdere tempo prezioso che andrebbe invece dedicato al business. La nostra formula consente agli imprenditori di dedicarsi allo sviluppo del loro business con il supporto di un servizio legale completo per qualsiasi necessità.” spiega Mariano Spalletti, Country Manager Italia di Qonto.

Principali ostacoli PMI:

E’ stata fatta una ricerca in proposito: per quanto riguarda i fattori interni, con il 70% delle preferenze, c’è l’instabilità politica e normativa. Subito dietro, con il 69%, troviamo l’instabilità economica del mercato domestico. Medaglia di bronzo per il rischio del costo del debito, scelto come risposta dal 44% delle PMI. Tra i fattori esterni, invece, i principali ostacoli al successo delle piccole medie imprese sono le tasse (62% delle PMI), la normativa (58% delle PMI) e la crescita dei costi (53% delle PMI). Ringraziamenti: Alessio Del Vecchio.